Alexa diventa babysitter con Amazon Echo Dot Kids

amazon echo dot kids 22hbg

Con lo smart speaker appositamente progettato per i bambini, il popolare assistente vocale si cala nei panni di babysitter digitale.

La popolarità degli smart speaker non conosce confini geografici né tantomeno anagrafici, come dimostra l’attenzione delle case produttrici ad ogni fascia di pubblico: giovani millennials, anziani, studenti, professionisti, casalinghe, a ciascuno il suo assistente vocale.

Non mancano neppure i modelli pensati per i bambini, come Amazon Echo Dot Kids Edition, che è in grado di interagire con i più piccoli, fornire risposte adeguate alla loro età e selezionare per loro video musicali e audiolibri.

Soggetto ad un serrato Parental Control, Amazon Echo Kids si presenta con le stesse caratteristiche e funzionalità di un modello per adulti: ha la voce di Alexa, è privo di display, fornito dei classici tasti per il volume, accensione e spegnimento nella parte superiore ma circondato da un kid-friendly case, una custodia particolarmente indicata per i bambini, resistente, protettiva e allo stesso tempo gradevole al tatto disponibile in colorazioni vivaci di rosso, blu e verde.

Non manca poi il classico ‘anello’ che si illumina quando si pronuncia la parola di sveglia di Alexa. Amazon ha messo certamente in conto la possibilità che un Echo Dot nelle mani di un bambino possa avere vita (più) breve e per questo ha previsto la sostituzione gratuita nei primi due anni dall’acquisto, una sorta di garanzia molto tollerante.

Per non far mai mancare contenuti all’altezza delle aspettative dei piccoli e curiosissimi nativi digitali, il colosso dell’e-commerce ha pensato di fornire alle famiglie un abbonamento annuale gratuito ad Amazon FreeTime Unlimited, un catalogo di oltre diecimila prodotti editoriali a misura di bambino, tra video, libri, programmi TV e film, ovviamente fruibili anche su altri dispositivi compatibili targati Amazon.

amazon echo dot kids per bambini alexa

Una delle principali differenze di questa versione baby consiste nella possibilità di filtrare testi musicali di Amazon Music e di disabilitare le opzioni di acquisto vocale dai cataloghi di e-commerce e in generale contenuti e notizie prettamente per adulti.

Attraverso il pannello di Parental Control si potranno inoltre limitare il numero di ore di utilizzo del dispositivo e decidere in quali orari della giornata Alexa può attivarsi su richiesta del bambino.

Nel 2018 la presentazione sul mercato di Echo Kids, lo smart speaker babysitter, ha tuttavia sollevato non pochi dubbi circa la tutela della privacy dei minori, considerato che, come nelle versioni per adulti, il dispositivo registra e mantiene in memoria la voce del suo utilizzatore.

Eppure, correttamente impostato e filtrato, questo altoparlante per bambini è diventato in questi mesi un irrinunciabile compagno di giochi alternativo con cui è quasi impossibile annoiarsi.

LEGGI ANCHE:
– Smart Speaker, quelli con display leader del mercato
– Ogni altoparlante diventa smart con Amazon Echo Input

Go to Technology Pusher