Ti spiego come configurare un sistema con più altoparlanti in casa

Più altoparlanti collegati

Migliora la tua esperienza di ascolto dentro casa con i miei consigli, così che un’audio impeccabile e che ti segue in ogni stanza non sia un sogno lontano per te.

Tutti negli ultimi 12 mesi abbiamo ascoltato più musica in casa che non fuori a causa delle restrizioni. Per questo a molti di voi un altoparlante solo non basterà più.

Se sogni si spostarti da una stanza all’altra mentre i tuoi brani preferiti ti seguono, allora un impianto audio in più stanze ed intelligente potrebbe fare al caso tuo.

Cosa fare per avere avere tutti i tuoi altoparlanti collegati

Prima di tutto ciò era a portata solo degli audiofili incalliti, mentre oggi, grazie agli smart speaker abbordabili di Apple, Amazon e Google con il loro rispettivi HomePod, Echo ed Home tutti possiamo usufruire di questa comodità.

Punto 1 – Valuta la tua connessione.

Un buon segnale WiFi in tutte le stanze è fondamentale per la resa del tuo sistema intelligente di speaker. Con l’avvento del 5G questo sarà sempre meno un problema.

Punto 2 – Fai attenzione

Ci sono diverse altre cose oltre alla tua connessione da valutare:

  • La posizione degli altoparlanti
  • La qualità audio
  • Compatibilità con la piattaforma di streaming che usi: Tidal, Spotify, Apple Play, Amazon Music ecc
  • La possibilità di sincronizzare il tuo assistente intelligente con gli altroparlanti.

Punto 3 – Scegli la marca

A parte la qualità del suono, devi decidere se vuoi che i tuoi altoparlanti siano ben visibili, nascosti o addirittura alloggiati nel soffitto. Quest’ultima possibilità richiedere un’installazione professionale, ma le opzioni sono tante.

Nascondere più altoparlanti in giro per le stanze può essere facile con dispositivi piccoli come JBL Link o Apple HomePod mini e garantiscono da avere un’esperienza a 360°.

Quali sistemi sono i migliori?

Echo Plus offre  sicuramente una qualità eccezionale, un suono bilanciato diffuso a 360° compatibile, ovviamente l’assistete vocale di Alexa.

Bose supporta l’assitente vocale di Google  ma anche quello di Alexa.

Sonos supporta Alexa ma anche Siri e Google Assistant.

Segnaliamo ovviamente anche i sistemi Marshalls e JBL. Tutti sono sistemi validi e con prodotti di qualità.

Quasi tutte le reti di altoparlanti sono controllate da un app centrale, ovviamente del marchio stesso.

Anche con AirPlay 2 di Apple abbiamo accesso alla rete di altoparlanti e la stessa cosa può essere fatta con Chromecast di Google (ma va connesso tramite aux agli altoparlanti più datati).

Punto 4 – Spotify, Amazon Music, Apple Play o Tidal?

La compatibilità con il tuo sistema di streaming è uno dei fattori più importanti da tenere in considerazione così da non rischiare di avere un impianto di qualità ma in cui non siamo in grado di riprodurre un bel niente!

Go to Technology Pusher