Alexa su app si attiva senza mani, l’attesa novità da Amazon

alexa app attiva amazon

Presto non sarà più necessario toccare lo schermo per attivare l’assistente vocale Alexa sull’omonima applicazione installata sui propri smartphone: la novità è stata annunciata da Amazon, che ha reso disponibile un aggiornamento che consente di dare istruzioni a mani libere, utilizzando semplicemente la voce in ciascun passaggio, sia sulla versione Android che sulla versione IOS dell’applicazione.

A rendere operativa Alexa sarà la voce dell’utente, e non più il tocco sullo schermo richiesto finora per avviare l’applicazione. L’assistente vocale di Amazon diventa così facilmente e immediatamente reperibile come era già per i diretti concorrenti, Siri di Apple e Google Assistant, che da tempo sono in grado di captare la voce dell’utente anche a schermo spento e senza la necessità di alcun tocco.

Vorresti la tua Skill per Alexa? Scopri di più su come ti può aiutare 22HBG!

La nuova funzione sarà presto disponibile su tutti i dispositivi su cui è istallata l’app, pronta a semplificare l’interazione con Alexa, che diventerà simile a quella che gli utenti già hanno sperimentato tramite gli smart speaker di casa Amazon, gli Echo, o tramite gli altri altoparlanti intelligenti in cui è possibile integrare l’assistente Alexa.

Ovviamente chi vorrà continuare ad attivare l’applicazione con il tocco sul touchscreen potrà disattivare la funzione navigando dalle impostazioni, ma la novità si rileva talmente utile che difficilmente gli utenti vorranno farne a meno.

Sfruttare a mani libere le possibilità offerte dall’assistente vocale di Amazon è infatti una comodità di cui in poco tempo non si potrà fare a meno, ad esempio mentre si è impegnati nella preparazione di una ricetta in cucina, mentre si stanno eseguendo esercizi in palestra oppure mentre si sta guidando. Alexa sarà pronta a soddisfare le richieste semplicemente richiamata dal comando vocale ‘Hey Alexa’, o semplicemente sentendo pronunciare il suo nome.

In risposta a questa nuova possibilità, l’auspicio di Amazon è che sempre più produttori di smartphone aprano alla possibilità di integrare sistemi di comando vocale compatibili con Alexa e contemporaneamente con speaker concorrenti. Al momento non sono tantissimi quelli che hanno scelto Alexa come assistente vocale predefinito: tra questi citiamo Htc, colosso tecnologico di Taiwan che ha deciso di puntare su Alexa a partire dalla produzione del modello Htc U11.

A differenza dei diretti concorrenti Google e Apple, Amazon non può intanto contare su una linea di proprio smartphone in cui alloggiare l’assistente Alexa come predefinito, ma non è detto che questo ambizioso progetto non venga in qualche modo rilanciato nei prossimi anni, sull’onda del successo e della popolarità riscontrata nel settore degli smart speaker con la gamma Echo e, di conseguenza, con la sempre più crescente diffusione di Alexa.

LEGGI ANCHE:
Ogni altoparlante diventa smart con Amazon Echo Input
Smart Speaker, l’effetto quarantena su consumo e acquisti

Go to Technology Pusher