La radio non muore mai, e ora si ascolta così

Radio mia, mia cara autoradio. Mi manca la tua compagnia durante le lunghe e lente traversate cittadine al volante della mia bellissima utilitaria, rimasta intatta anche lei. È passato un anno ma sappi che non ti ho dimenticata. Ti confesso però che da qualche tempo ho cominciato ad abituarmi. Ho cambiato routine e mi frequento sempre più assiduamente con un’altra. È più giovane e funziona senza quell’imbarazzante antenna. È la tradizionale radio ma va anche su internet”.

Sì ragazzi miei, quello che oggi voglio offrivi riguarda tutti noi. E ci riguarda da un anno. Da quando abbiamo diminuito, se non annullato del tutto, i nostri viaggi in auto o in treno da pendolari per andare in ufficio o all’università. Quanta radio in meno. E, badate bene, ho detto radio. Non musica. Per quella, come facciamo ormai da alcuni anni ci serviamo ancora di Spotify, Amazon Music, Youtube e le conseguenti playlist da noi prescelte o impostate in base ai nostri gusti.

No, qui si parla invece della possibilità di perdersi nell’ascolto di quel conduttore radiofonico che ti seduce con la sua voce oppure di quell’ospite in collegamento beccato per caso mentre facevi su e giù per le frequenze, quello che proprio nel momento in cui “passavi” da lì ha iniziato ad approfondire l’argomento del giorno.

Oltre alla grande opportunità culturale tipica della radio: la musica in circolo non è quella che hai scelto tu o l’algoritmo in base ai tuoi gusti. La musica la decide qualcun altro al posto tuo, per cui hai anche lo stimolo giusto per allargare i tuoi orizzonti, uscendo dalla tua zona d’ascolto di conforto.

Bene, se parliamo di radio – e se avete scaricato Fmworld sapete per forza che qualcosina ne sappiamo – allora vi dico che da questo periodo covid in poi il mezzo più adatto per ascoltarla sarà sempre di più l’internet. Stop. Dal computer, va bene, dal cellulare, va pure bene, ma l’ideale – e su questo non ci piove – è un supporto “altro” e dedicato. Meglio se rimanda proprio anche al concetto che abbiamo in testa fin da bambini di radio.

Ecco allora che vi propongo un interessante elenco realizzato da Spy: una lista di device per ascoltare la radio, come una volta, ma orientati direttamente verso il futuro.

1. Radio Internet intelligente Grace Digital Mondo Elite. Questa è considerata la migliore in generale.

2. Google Home Mini (prima generazione). Il punto di forza di questo prodotto è il valore.

3. Como Audio: Solo Internet Radio. Qui si vince grazie al design.

4. Bose Home Speaker 500. Qualità audio indiscutibile .

5. Palomar Around the World City Radio. Quando si dice il nuovo è bello.

6. SiriusXM – Ricevitore radio satellitare Onyx Plus. Un prodotto da culto per i fan della serie.

7. Radio Internet Sangean WFR-28. Portatile e comodo, il migliore nella sua categoria.

8. Radio Internet Wi-Fi / FM portatile Ocean Digital. Compatto, quasi come una volta.

Go to Technology Pusher