Le previsioni sul mercato degli smart speaker “volano”

apple homepod mini 22hbg smart speaker

A volte le sensazioni sono più significative dei dati stessi, ma se pure i numeri supportano l’intuito naturale vuol dire che la strada intrapresa è quella giusta.

Per questo se siete appassionati di smart speaker o addirittura se lavorate nel settore, potete avere la certezza di aver centrato il bersaglio. Lo dicono le cifre sulle vendite di device e le ipotesi sul potenziale valore di questo tutto sommato giovane mercato da qui fino al 2027, quando dovrebbe arrivare a 34,4 miliardi di dollari.

Il boom delle vendite di smart speaker

Il prodotto smart speaker ha preso il volo spinto anche dalla pandemia ma il trend era già positivo. Il suo canale di vendita principale, non a caso, è la modalità online. Come era ovvio che fosse.

A guidare questo importante mercato in espansione sono gli Stati Uniti, e il peso dei nordamericani continuerà a crescere anche per i prossimi anni. Merito delle infrastrutture sulle quali l’intero paese può contare, merito di una cultura per certi versi più ‘propensa’ a esplorare le novità tecnologiche.

LEGGI APPROFONDIMENTO ➝ Smart speaker. Ti spiego perché il nuovo trend è lo smart display

Previsioni rosee per il mercato asiatico

Un altro mercato dove gli altoparlanti intelligenti, secondo le previsioni degli analisti, faranno il boom nei prossimi anni sarà quello asiatico. Vista l’importanza, la dimensione e la vivacità di quelle economie, specialmente nell’area del Pacifico, è facile capire anche perché quello dell’Asia sarà il mercato dove si dovrebbe registrate l’incremento maggiore sulle vendite.

Che tradotto significa quello dove i produttori e i distributori di smart speaker si concentreranno maggiormente. Probabilmente molto più che in Europa, America Latina, Medio Oriente e Africa.

I produttori e i distributori di smart speaker del futuro

Apple, Amazon, Alphabet, Google, Alibaba Group, Bose Corporation, Sonos, Samsung Electronics, Xiaomi e Baidu. Insomma, stando a come stanno le cose, secondo le previsioni, i competitor per i prossimi anni non saranno molto diversi da quelli che già ora si danno battaglia a colpi di smart speaker dall’ossatura sempre più accattivante e dal cervello via via più performante.

22HBG sviluppa già da anni applicazioni per gli smart speaker con l’integrazione a sistemi di adv, programmatic e software di terze parti, finalizzate alla realizzazione di progetti innovativi tramite Amazon Alexa e/o Google Assistant.
Scopri di più >>

LEGGI ANCHE:
Quando Alexa ci farà domande e parlerà con il nostro accento
Com’è la quarta generazione di Alexa?

Go to Technology Pusher