SEO e ricerca vocale al centro della strategia di marketing

strategia SEO

Con le recenti tendenze che proteggono la privacy dei dati e l’aumento dei costi pubblicitari, vi consigliamo di trovare nuove soluzioni per essere trovati dai clienti senza aumentare le spese. 

Uno di questi modi può essere la buona e vecchia ricerca organica sfruttando la SEO. Parola di Stridec Worldwide, un’agenzia SEO con sede a Singapore: visione che noi di Technology Pusher condividiamo appieno. Sono convinti infatti che una strategia SEO-centrica sia efficace per ampliare il proprio mercato specie dalla luce dei recenti sviluppi di Apple e Google per quanto riguarda la privacy dei dati.

L’unicità della SEO

La caratteristica della SEO è di essere trovati dai clienti che hanno bisogno di qualcosa, non di comparire in mille banner non richiesti e quindi, spesso, fastidiosi.

Se i costi si sono alzati a discapito degli introiti, il futuro non sembra più roseo. In sostanza, tutti temono un’efficacia minore e c’è bisogno di una strategia su lungo termine.

La SEO è l’unico strumento di marketing che non dipende da dati di utenti per portare a risultati, si dà all’utente ciò che chiede. Si parte da dati pubblici, le richieste degli utenti, per offrire una soluzione reale. 

Una forte performance sulla posizione di ricerca di solito vale tutto l’investimento anche per i piccoli clienti e premia maggiormente anche sul lungo periodo rispetto a delle campagne basate sui social media.

SEO e Smart Speaker

Con la ricerca vocale che cresce a ritmi spaventosi anche una strategia vocale dovrebbe essere al centro delle strategie aziendali. Google, vendendo smart speaker, è la prima interessata a promuovere contenuti fruibili dai nostri altoparlanti intelligenti.

Per concludere vi lasciamo con alcuni consigli per ottenere buoni risultati in rete migliorano la SEO.

Comments are disabled.