Zoom ed Alexa for Business insieme nelle sale conferenze.

Alexa for business e Zoom

Zoom ha implementato alla sua piattaforma Zoom Room per conferenze il prodotto di casa Amazon Alexa for business. Tutto ciò per offrire controlli vocali agli apparecchi Zoom Room e ai dispositivi installati nelle sale riunioni degli uffici che funzionano con Zoom.

La funzionalità può essere attivata dagli utenti connettendosi ad Alexa for Business con pochi click

In questo modo Alexa sarà in grado di trovare per noi delle sale riunioni disponibili, avviare o interrompere le riunioni e, volendo, avviare o disattivare il microfono

Cosa si può fare

Alexa for Business è stata progettata da Amazon per rendere Alexa un assistente d’ufficio e facilitare l’organizzazione e lo svolgimento di riunioni. 

Oltre a connettersi con i software per telecomunicazioni come Zoom o Webex, Alexa può integrarsi l’ufficio e i suoi strumenti di organizzazione, come Google Calendar e Microsoft Office 365. In questo modo diventa un gioco da ragazzi per l’assistente vocale coordinare le varie riunioni.

Lo scopo di Amazon è uno, aumentare la produttività a lavoro, consentendo di gestire tutto tramite la voce. 

La concorrenza di Microsoft e Google

La concorrenza di Zoom non sta di certo ferma a guardare. Microsoft ha rinnovato Teams integrando l’assistente vocale Cortana così da potergli far gestire tutta la piattaforma.

Google Meet si aggiorna continuamente e recentemente ha aggiunto la trascrizione real-time tramite Otter.ai.

Anche Zoom si è interessata alla trascrizione, aprendo la piattaforma Dubber che si occupa di questo. La collaborazione con Amazon potrebbe giocare un ruolo chiave nel futuro di Zoom, non appena la pandemia sarà giunta al termine e si tornerà in ufficio. 

Molte persone si sono abituate all’utilizzo di zoom e altre piattaforme, ma desiderano organizzare una riunione, comodamente, senza mille inutili click, con un assistente vocale.

Go to Technology Pusher