Alexa e Magenta nello smart speaker di Deutsche Telekom, anche Mini

hallo magenta smart speaker 22hbg

Ad un anno dal lancio della sua versione base, Deutsche Telekom ha annunciato la produzione della versione Mini del suo Telekom Smart Speaker, l’altoparlante intelligente che integra sia l’assistente vocale “aziendale”, Magenta, sia il performante Alexa di Amazon. Più piccolo ma anche meno costoso del fratello maggiore, Telekom Smart Speaker funziona quasi allo stesso modo del primo arrivato. Come avviene per la concorrenza con Amazon Echo Dot o Google Nest Mini, si tratta essenzialmente di una versione più piccola dell’altoparlante intelligente standard.

Ecco dunque che Mini può rispondere a domande, riprodurre musica o ricordare attività su richiesta, con il vantaggio di poter sfruttare una perfetta integrazione con altri dispositivi prodotti da Deutsche Telekom, con cui sia la versione standard che la Mini sono perfettamente compatibili. L’altoparlante intelligente può infatti sostituire i telecomandi delle televisioni dello stesso marchio, effettuare chiamate telefoniche e integrarsi con i dispositivi domestici intelligenti Deutsche Telekom in un unico hub centrale.

Se c’è qualcosa in cui la versione Mini si distingue è nella sua flessibilità e in alcune alcune opzioni di personalizzazione: l’altoparlante intelligente è ad esempio disponibile in cinque colori diversi, nero, bianco oppure in una delle tre colorazioni annunciate da Deutsche Telekom. Aspetto importante è certamente la gestione del doppio assistente vocale, con la possibilità di destreggiarsi a piacimento tra Magenta e Alexa, scegliendo quello che è più adatto in quel momento alla funzionalità desiderata.

I due assistenti possono inoltre essere utilizzati in parallelo, Alexa e Magenta, ciascuno per la funzione che meglio si addice loro, dal controllo dei dispositivi della propria smart home alla ricerca vocale, fino a tutte le possibilità legate a intrattenimento e multimedia che ben conosciamo.

A ricordare all’utente quale dei due assistenti vocali è in quel momento attivato ci pensa Smart Speaker Mini, che si illumina di blu se è abilitato Alexa, di magenta se è attivo l’assistente di casa Deutsche Telekom.

Sul fronte commerciale, in Europa, Deutsche Telekom conferma anche per la versione Mini la doppia possibilità di acquisto e noleggio, come per la versione standard del dispositivo. Se il prezzo di vendita per quest’ultimo è di 99 euro e quello di noleggio di 5,95 euro al mese, la versione ridotta dimezza il prezzo a 50 euro, con possibilità di noleggio a 1,95 euro al mese. Si tratta di cifre parecchio ridotte, che spiegano l’intenzione di Deutsche Telekom di “aggredire” il mercato degli altoparlanti intelligenti e rosicchiare utenti ai big Amazon e Google.

L’opzione noleggio probabilmente attira molto l’attenzione di coloro che non sono del tutto sicuri dell’acquisto e che potrebbero essere invece interessati a provarlo per qualche mese prima di comprarlo.

Telefonia e smart speaker, come nel caso della tedesca Deutsche Telekom, viaggiano intanto a braccetto anche in Francia, dove la compagnia di telecomunicazioni Orange ha collaborato con Amazon per lanciare il suo smart speaker Djingo, un cugino francese dello Smart Speaker di Deutsche Telekom, che come quest’ultimo offre l’integrazione tra un assistente vocale nativo e Alexa ma per il momento è disponibile soltanto nella versione standard e non in quella Mini.

LEGGI ANCHE:
Smart Speaker, cresce senza sosta il mercato degli assistenti vocali
Compilare le liste della spesa è noioso: ora tutti fanno shopping con lo smart speaker

Go to Technology Pusher