Voice banking, gli smart speaker diventano assistenti bancari

home banking smart speaker 22hbg

Sempre più istituti bancari metteranno a disposizione un assistente vocale per l’accesso ai servizi online.

La tecnologia degli smart speaker, i dispositivi intelligenti specializzati nel riconoscimento vocale, sbarca nel mondo finanziario e rivoluziona l’home banking. Tra i primi a sperimentare l’impiego dei dispositivi multifunzione nel settore c’è Hawaiian Bank, il più importante gruppo bancario dell’arcipelago statunitense.

Con il supporto di Alexa, l’assistente vocale sviluppato dal colosso dell’e-commerce Amazon, i clienti possono infatti accedere al loro conto online con una semplice richiesta vocale, e di conseguenza programmare e confermare operazioni finanziarie.

Anche resoconti, estratti conto e analisi di rendimento saranno fruibili con l’innovativa modalità vocale approntata da Amazon, con la garanzia che le informazioni risulteranno accessibili previo accurato riconoscimento vocale.

Sulla scia del successo dei primi applicativi, gli istituti di credito di tutto il mondo – in particolar modo negli Usa e in Canada – stanno cogliendo l’occasione di offrire il servizio di voice banking, verso un modello di banca semplificata, maggiormente accessibile e sempre più a misura di cliente grazie alle infinite funzioni degli smart speaker.

LEGGI ANCHE:
– Lavoro, i dispositivi smart prenderanno il posto dell’uomo
– La casa sempre più smart: Alexa e Amazon entrano anche nel microonde

Go to Technology Pusher