I bambini con l’epilessia troveranno una nuova speciale amica grazie ad Alexa

skill alexa ella jellysfish

Alexa ci presenta una nuova Skill, diversa dalle solite ma molto speciale. Si chiama Ella the Jellyfish, in italiano la medusa Ella, e sarà la compagna di gioco per tutti i bambini che soffrono di gravi disturbi genetici. Vediamo di cosa si tratta nel dettaglio.

La medusa Ella, è una skill creata da Eisai Inc, un’azienda farmaceutica specializzata in oncologia e neurologia ed è disponibile gratuitamente sui dispositivi Alexa. È stata pensata per aiutare i bambini che soffrono di una grave malattia infantile chiamata Sindrome di Lennox-Gastaut (LGS) per aiutarli nel gioco e nell’apprendimento attraverso diverse attività studiate e personalizzate.

I bambini potranno ascoltare storie, cantare canzoni, giocare con Ella a giochi personalizzati, come “la caccia ai colori”. Inoltre è prevista la possibilità di aiutare i bambini nel rilassamento e nella meditazione, per contrastare uno dei sintomi più tipici della sindrome LSG, la crisi epilettica.

La skill di Alexa, oltre ad essere un aiuto ed un intrattenimento per i bambini, nasce per dar sollievo anche ai genitori, che spesso si trovano ad affrontare da soli la malattia dei figli, sentendosi isolati e poco compresi dall’ambiente circostante.

Un bambino che soffre di LSG richiede una supervisione costante, in quanto è preda di convulsioni frequenti, soffre di deficit cognitivo, ritardo nello sviluppo e problemi comportamentali. Ella la medusa è stata pensata e testata per rapportarsi al meglio con questi bambini, offrendogli supporto, compassione e qualche risata.

La skill è stata testata alla conferenza della LGS Foundation, ed è stata una vera emozione, soprattutto per i genitori, felici nel vedere i propri figli mentre interagivano con Ella in assoluta semplicità.

 

Questo è ciò che Eisai Inc ha chiamato “assistenza sanitaria umana”, mostrando che con la tecnologia si può andare oltre agli approcci terapeutici tradizionali.

Specificando che la medusa Ella, non si vuole sostituire ad un prodotto farmaceutico. Si posiziona come metodo di supporto e aiuto in situazioni di difficoltà sia per il bambino malato, sia per i famigliari che possono finalmente godere di un aiuto ed un sostegno, anche in un momento ricreativo come il gioco.

LEGGI ANCHE:
Amazon sta studiando skill per agevolare la vita degli anziani 
La lista della spesa con Alexa: addio alle dimenticanze e ai foglietti volanti

Go to Technology Pusher